Salta al contenuto principale

Novità

La magia dell’illuminazione da esterno di Monsieur Tricot.

posizionato in prodotti

Noi tutti amiamo quel momento in cui inizia a fare buio e accendiamo le candele per creare un ambiente accogliente. L’illuminazione da esterno può contribuire ad una simile atmosfera intima e creare quel mood che ci aiuta a rilassarci.
La collezione di elementi di illuminazione Monsieur Tricot, creata dal designer belga Ilia Eckhardt, fa proprio questo. I motivi lavorati a mano all’uncinetto o a maglia creano ombre magiche e la luce calda aggiunge un tocco di calore al tuo spazio esterno.
E dal momento che l’artigianalità locale ha sempre rappresentato un importante campo di interesse per Tribù, non stupisce che ci siamo innamorati subito dei design di Ilia. Conosciamo questo affascinante artigiano.

Ilia, come hai sviluppato questa passione per la lavorazione a maglia?

“Sono cresciuto nel laboratorio di lavorazione a maglia della mia famiglia, l’Atelier Tricot, gestito da mia madre Hilde Frunt, dove lavorazione a maglia e creatività sono il nostro lavoro quotidiano. Già da bambino ero ossessionato dall’artigianalità. A volte ho addirittura aiutato mia madre ad annodare qualche filo o a piegare i tessuti. Mi sembrava assolutamente normale vivere circondato dai progetti di Dries Van Noten, Ann Demeulemeester e Walter Van Beirendonck.. Anche se in realtà ho studiato marketing, ho deciso di scegliere il mestiere della lavorazione a maglia. Sono stato profondamente ispirato dalle opere di mia madre e di Ludo Cousy, un maglierista industriale. Non me ne sono pentito nemmeno per un secondo.”
 

Descrivi il tuo lavoro come “Artigianalità contemporamea”. Che cosa significa?

“Stiamo combinando una tecnica molto originale, la lavorazione all’uncinetto e a maglia, con filati moderni e tecnici. La lavorazione all’uncinetto viene effettuata per mezzo di un ago molto grande con cui facciamo passare manualmente il filo attraverso un cerchio così da creare nuovi cerchi che alla fine formano una copertura senza cuciture. Per la lavorazione a maglia utilizziamo un’apposita macchina con finitura a mano che ci permette di intervenire sulla struttura laddove necessario. Per ottenere questo risultato finale ci sono voluti anni di esperimenti con fili tecnici. Il filo è in polipropilene in grado di resistere agli agenti atmosferici. È in grado di resistere ai raggi UV e alle alte e basse temperature. Anche il globo, realizzato in PMMA (una termoplastica trasparente spesso utilizzata al posto del vetro) è in grado di resistere agli agenti atmosferici.”
 

Come ti è venuta in mente questa particolare collezione Monsieur Tricot?

“Dal momento che la vita familiare è il fulcro sia della mia vita personale che di quella professionale, ho deciso di creare una famiglia di lampade. Ciascuna delle diverse strutture rispecchia una personalità: La struttura aperta e tozza di Monsieur Lebonnet rappresenta la figura paterna mentre la struttura più raffinata ed esile di Madame Cachet rappresenta la madre ecc. È il progetto di cui vado più fiero di tutta la mia carriera. Con Tribù ho trovato la corrispondenza perfetta per questo autentico mood-setter.”
 

È effettivamente una collezione che conferisce un’atmosfera molto speciale all’esperienza all’aperto. In che modo sei riuscito a migliorare quell’effetto?

“Le lampade da piede, ad esempio, sono alimentate a batteria ricaricabile per cui possono essere agevolmente spostate. È possibile regolare l’intensità luminosa con un’app, cosa che permette di creare un mood specifico con ancora maggiore facilità. E poi c’è naturalmente la luce calda riflessa dalle strutture lavorate a maglia che crea un’esperienza ancora più intensa traendo ispirazione dalla sofisticata luce delle candele.

top